Sergio Buccieri Evangelista

Strani credenti!

Tipi di credenti:

2 Timoteo 3:16,17

16 Tutta Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,

17 affinché l’uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona.

 

 

Dopo la salvezza, non ritengono opportuno la piena santificazione, e per questo periscono nel cammino della fede; perché non riescono ad adempire la scrittura.

 

Romani 2:8-11 A coloro invece che contendono e non ubbidiscono alla verità, ma ubbidiscono all’ingiustizia, spetta indignazione ed ira. Tribolazione e angoscia spetta a ogni anima d’uomo che fa il male del Giudeo primo e poi del Greco; ma gloria, onore e pace a chiunque fa il bene, al Giudeo primo e poi al Greco. Perché presso DIO non v’è parzialità.

 

1 Corinzi 6:15 Non sapete voi che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò io dunque le membra di Cristo per farne le membra di una prostituta? Così non sia.

 

1 Corinzi 10:20-22 No, ma dico le cose che i gentili sacrificano, le sacrificano ai dèmoni e non a Dio; or io non voglio che voi abbiate parte con i dèmoni.

 

2 Corinzi 6 :14-18 Non vi mettete con gli infedeli sotto un gioco diverso, perché quale relazione c’è tra la giustizia e l’iniquità? E quale comunione c’è tra la luce e le tenebre? E quale armonia c’è fra Cristo e Belian? O che parte ha il fedele con l’infedele? E quale accordo c’è tra il tempio di Dio e gli idoli? Poiché voi siete il tempio del Dio vivente, come Dio disse: Io abiterò in mezzo a loro, e camminerò fra loro; e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo. Perciò uscite di mezzo a loro e separatevi, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo, ed io vi accoglierò e sarò come un padre per voi, e voi sarete per me come figli e figlie, dice il Signor Onnipotente.

 

2 Corinzi 7:1 Avendo dunque questa promesse, carissimi, purifichiamoci da ogni contaminazione di carne e di spirito, compiendo la nostra santificazione nel timore di Dio.

 

Galati 3:1-3 O Galati insensati! Chi vi ha ammaliati per non ubbidire alla verità, voi, davanti ai cui occhi Gesù Cristo è stato ritratto crocefisso fra voi? Questo solo desidero sapere da voi: avete ricevute lo Spirito mediante le opere della legge o attraverso la predicazione della fede? Siete cosi insensati che, avendo cominciato nello Spirito, vorreste finire nella carne?

 

Galati 5:16-21 Or io dico: Camminate secondo lo Spirito e non adempirete i desideri della carne. La carne, infatti, ha desideri contrari allo Spirito, e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; e queste cose sono opposte l’una all’altra, cosicché voi non fate quello che vorreste. Ma se siete condotti dallo Spirito, voi non siete sotto la legge. Ora le opere della carne sono manifeste e sono: adulterio, fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, magia, inimicizie, contese, gelosie ira, risse, divisioni sette, invidie, omicidi, ubriachezze, ghiottoneria, e cose simili a queste, circa le quali vi prevengo, come vi ho già detto prima, che coloro che fanno tali cose non erediteranno il regno di Dio.

 

Efesini 4:29-31 Nessuna parola “malvagia” esca dalla vostra bocca, ma se ne avete una buona per

l’edificazione, secondo il bisogno, ditela affinché conferisca grazia a quelli che ascoltano. E non contristate lo Spirito Santo di Dio, con quale siete stati sigillati per il giorno della redenzione. Sia rimossa da voi ogni amarezza, ira cruccio tumulto e maldicenza con ogni malizia.

 

Efesini 5: 3-5,11-14 Ma come si conviene ai santi, né fornicazione, né impurità alcuna, né avarizia siano neppure nominate fra voi; lo stesso si dica della disonestà, del parlare sciocco e della buffoneria, la quale cose sono sconvenienti, ma piuttosto abbondi il rendimento di grazie. Sappiate, infatti, questo: nessun fornicatore o immondo o avaro, il quale è un idolatro, ha alcuna eredità nel regno di Cristo e di Dio.

 

Efesini 6 1-5 Figli ubbidite nel Signore ai vostri genitori, perché ciò è giusto. Onora tuo padre e tua madre, questo è il primo comandamento con promessa, affinché tu stia bene e abbia lunga vita sopra la terra. E voi padri, non provocate a ira i vostri figli, ma allevateli nella disciplina e nell’ammonizione del Signore. Servi ubbidite ai vostri padroni secondo la carne con timore e tremore, nella semplicità del vostro cuore, come a Cristo.

 

Filippesi 3:18,19 Poiché molti, dei quali vi ho spesso parlato, e anche al presente velo dico piangendo, camminano da nemici della croce di Cristo, la cui fine è la perdizione, il cui dio è il ventre e la cui gloria è a loro vergogna; essi hanno la mente rivolta alle cose della terra.

 

Colossesi 3:5-10 Perché voi siete morti e la vostra vita è nascosta con Cristo in Dio. Quando Cristo che è la nostra vita apparirà, allora anche voi apparirete con lui in gloria. Fate dunque morire le vostre membra che sono sulla terra: fornicazione, impurità, passioni, desideri cattivi e avidità, che è idolatria; per queste cose l’ira di Dio viene sui figli della disubbidienza, fra cui un tempo camminaste anche voi, quando vivevate in esse. Ma ora deponete anche voi tutte queste cose: ira, collera, cattiveria; e non esca dalla bocca maldicenza e alcun parlare disonesto. Non mentite gli uni agli altri, perché vi siate spogliati dell`uomo vecchio con i suoi atti, e vi siete rivestiti dell’uomo nuovo, che si va rinnovando nella conoscenza a immagine di colui che l’ha creato.

 

1 Tessalonicesi 4.3-8 Poiché questa è la volontà di Dio: la vostra santificazione, che vi asteniate dalla fornicazione; che ciascuno di voi sappia possedere il suo vaso in santità e onore, non con passioni disordinate, come i gentili che non conoscono Dio, e che nessuno inganni e frodi negli affari il proprio fratello, perché il Signore è il vendicatori di tutte queste cose, come vi abbiamo già detto e attestato prima. Dio, infatti, non ci ha chiamati all’impurità, ma alla santificazione. Perciò chi disprezza queste cose, non disprezza un uomo ma Dio che vi ha anche dato il suo Spirito Santo.

 

2 Tessalonicesi 1:7-10 E a voi, che siete afflitti, riposo con noi, quando il Signor Gesù Cristo apparirà dal cielo con gli angeli della sua potenza, in un fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Dio, e di coloro che non ubbidiscono all’evangelo del Signore nostro Gesù Cristo. Questi saranno puniti con la distruzione eterna, lontani dalla faccia del Signore e della gloria della sua potenza, quando egli verrà, in quel giorno, per essere glorificato nei suoi santi, per essere ammirato in mezzo a quelli che hanno creduto, poiché la nostra testimonianza presso di voi è stata creduta.

 

1 Timoteo 4:8-9 Schiva però le favole profane e da vecchie, ma esercitati nella pietà, perché l’esercizio corporale è utile a poca cosa, ma la pietà è utile a ogni cosa, avendo la promessa della vita presente e di quella futura. Questa parola è sicura e degna di essere accettata in ogni maniera.

 

2 Timoteo 2:19-23 Tuttavia il saldo fondamento di Dio rimane fermo, avendo questo sigillo: Il Signore conosce quelli che sono suoi, e: Si ritragga dall’iniquità chiunque nomina il nome di Cristo. Or in una grande casa non vi sono soltanto vasi d’oro e di argento, ma anche di legno e di terra; uni sono a onore, gli altri a disonore. Se dunque uno si purifica da queste cose, sarà un vaso a onore, santificato e utile al servizio del padrone, preparato per ogni buona opera. Or fuggi le passioni giovanili ma persegui la giustizia, la fede, l´amore e la pace con quelli che con cuore puro invocano il Signore.

 

Tito 2:3-6 Parimenti le donne anziane abbiano un comportamento conveniente a persone sante, che non siano calunniatrici, non schiave di molto vino, ma maestre nel bene, per insegnare le giovani ad amare i loro mariti, ad amare i loro figli, a essere assennate, caste, dedite ai lavori di casa, buone, sottomesse ai propri mariti, affinché la parola di Dio non sia bestemmiata. Esorta similmente i giovani a essere moderati.

 

Filippesi 1:8 E se ti ha fatto qualche toro, o ti deve qualche cosa, addebitalo a me.

 

Ebrei 10:26,27 Infatti, se noi pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più alcun sacrificio per i peccati, ma soltanto una spaventosa attesa di giudizio e un ardore di fuoco che divorerà gli avversari.

 

Giacomo 1:22-24 E siate facitori della parola e non uditori soltanto, ingannando voi stessi. Poiché, se uno è uditore della parola e non facitore, è simile a un uomo che osserva la sua faccia naturale in uno specchio; egli osserva se stesso e poi se ne va, dimenticando subito com’era.

 

1 Pietro 2:1 Deponete dunque ogni malizia e inganno, le ipocrisie, le invidie e ogni maldicenza.

 

2 Pietro 1:5-9 Anche voi per questa ragione, usando ogni diligenza, aggiungete alla vostra fede la virtù alla virtù, la conoscenza, alla conoscenza l’autocontrollo, all’autocontrollo la perseveranza, alla perseveranza la pietà, alla pietà l’affetto fraterno e all’affetto fraterno l’amore. Poiché se queste cose si trova no in voi abbondantemente, non vi renderanno pigri né sterili nella conoscenza del Signore nostro Gesù   Cristo.   Chi invece non ha queste cose è cieco e miope, perché ha dimenticato di essere stato purificato dai suoi vecchi peccati.

 

1 Giovanni 4:20 Se uno dice: Io amo Dio, e odia il proprio fratello, è bugiardo; chi non ama il proprio fratello che vede, come può amare Dio che non vede.

 

2 Giovanni 9 Chi va oltre è non dimora nella dottrina di Cristo, non ha Dio; chi dimora nella dottrina di Cristo, ha il Padre e il Figlio.

 

3 Giovanni 11 Carissimi non imitate il male, ma il bene. Chi fa bene è da Dio, ma chi fa il male non ha visto Dio.

 

Giuda 10,11 Ma costoro parlano male di tutte le cose che non comprendono; tutte le cose invece, che come animali irragionevoli conoscono naturalmente, diventano per essi motivo di rovina. Guai a loro, perché si sono incamminati per la via di Caino e per lucri, si sono buttati nelle perversione di Balaam e sono periti nelle ribellione di Kore.

 

Apocalisse 22:12 Ecco, io vengo presto e il mio premio è con me, per rendere a ognuno secondo le opere che egli ha fatto.

 

Ebrei 12:12-17 Perciò, rinfrancate le mani cadenti e le ginocchia vacillanti; «fate sentieri diritti per i vostri passi», affinché quel che è zoppo non esca fuori di strada, ma piuttosto guarisca. Impegnatevi a cercare la pace con tutti e la santificazione senza la quale nessuno vedrà il Signore; vigilando bene che nessun resti privo della grazia di Dio; che nessuna radice velenosa venga fuori a darvi molestia e molti di voi ne siano contagiati; che nessuno sia fornicatore, o profano, come Esaù che per una sola pietanza vendette la sua primogenitura. Infatti, sapete che anche più tardi, quando volle ereditare la benedizione, fu respinto, sebbene la richiedesse con lacrime, perché non ci fu ravvedimento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *