Sergio Buccieri Evangelista

Si può mangiare carne?

Studio:

Cosa dice la Bibbia nel caso di mangiare carne?

2 Timoteo 3:16,17

16 Tutta Scrittura ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,

17 affinché l’uomo di Dio sia compiuto, appieno fornito per ogni opera buona.

 

1 Timoteo 4:1-5

1 Or lo Spirito dice espressamente che negli ultimi tempi alcuni apostateranno dalla fede, dando ascolto a spiriti seduttori e a dottrine di demoni,

2 per l’ipocrisia di uomini bugiardi, marchiati nella propria coscienza,

3 i quali vieteranno di maritarsi e imporranno di astenersi da cibi che Dio ha creato, affinché siano presi con rendimento di grazie da coloro che credono e che hanno conosciuto la verità.

4 Infatti tutto ciò che Dio ha creato è buono e nulla è da rigettare, quando è usato con rendimento di grazie,

5 perché è santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera.

 

Matteo 15:10-20

15 Pietro allora gli disse: «Spiegaci questa parabola».

16 Ed egli rispose: «Anche voi siete ancora senza intelletto?

17 Non capite che tutto ciò che entra nella bocca, passa nel ventre e va a finire nella fogna?

18 Invece ciò che esce dalla bocca proviene dal cuore. Questo rende immondo l’uomo.

19 Dal cuore, infatti, provengono i propositi malvagi, gli omicidi, gli adultèri le prostituzioni, i furti, le false testimonianze, le bestemmie.

20 Queste sono le cose che rendono immondo l’uomo, ma il mangiare senza lavarsi le mani non rende immondo l’uomo».

 

Marco 7:14-23

14 Chiamata di nuovo la folla, diceva loro: «Ascoltatemi tutti e intendete bene:

15 non c’è nulla fuori dell’uomo che, entrando in lui, possa contaminarlo; sono invece le cose che escono dall’uomo a contaminarlo».

16 I discepoli andarono e, entrati in città, trovarono come aveva detto loro e prepararono per la Pasqua.

17 Quando entrò in una casa lontano dalla folla, i discepoli lo interrogarono sul significato di quella parabola.

18 E disse loro: «Siete anche voi così privi d’intelletto? Non capite che tutto ciò che entra nell’uomo dal di fuori, non può contaminarlo,

19 perché non gli entra nel cuore, ma nel ventre e va a finire nella fogna?». Dichiarava così mondi tutti gli alimenti.

20 Quindi soggiunse: «Ciò che esce dall’uomo, questo sì contamina l’uomo.

21 Dal di dentro, infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono le intenzioni cattive: fornicazioni, furti, omicidi,

22 adultèri, cupidigie, malvagità, inganno, impudicizia, invidia, calunnia, superbia, stoltezza.

23 Tutte queste cose cattive vengono fuori dal di dentro e contaminano l’uomo».

 

 

Atti degli apostoli 10:9-16

9 Il giorno dopo, mentre essi erano per via e si avvicinavano alla città, Pietro salì verso mezzogiorno sulla terrazza a pregare.

10 Gli venne fame e voleva prendere cibo. Ma mentre glielo preparavano, fu rapito in estasi.

11 Vide il cielo aperto e un oggetto che discendeva come una tovaglia grande, calata a terra per i quattro capi.

12 In essa c’era ogni sorta di quadrupedi e rettili della terra e uccelli del cielo.

13 Allora risuonò una voce che gli diceva: «Alzati, Pietro, uccidi e mangia!».

14 Ma Pietro rispose: «No davvero, Signore, poiché io non ho mai mangiato nulla di profano e d’immondo».

15 E la voce di nuovo a lui: «Ciò che Dio ha purificato, tu non chiamarlo più profano».

16 Questo accadde per tre volte; poi d’un tratto quell’oggetto fu risollevato al cielo.

 

Romani 14:17-21

17 Il regno di Dio, infatti, non è questione di cibo o di bevanda, ma è giustizia, pace e gioia nello Spirito Santo:

18 chi serve il Cristo in queste cose, è bene accetto a Dio e stimato dagli uomini.

19 Diamoci dunque alle opere della pace e all’edificazione vicendevole.

20 Non distruggere l’opera di Dio per una questione di cibo! Tutto è mondo, d’accordo; ma è male per un uomo mangiare dando scandalo.

21 Perciò è bene non mangiare carne, né bere vino, né altra cosa per la quale tuo fratello possa scandalizzarsi.

 

1 Corinzi 10:23-33

23 «Tutto è lecito!». Ma non tutto è utile! «Tutto è lecito!». Ma non tutto edifica.

24 Nessuno cerchi l’utile proprio ma quello altrui.

25 Tutto ciò che è in vendita sul mercato, mangiatelo pure senza indagare per motivo di coscienza,

26 perché del Signore è la terra e tutto ciò che essa contiene.

27 Se qualcuno non credente v’invita e volete andare, mangiate tutto quello che vi è posto davanti, senza fare questioni per motivo di coscienza.

28 Ma se qualcuno vi dicesse: «È carne immolata in sacrificio», astenetevi dal mangiarne, per riguardo a colui che vi ha avvertito e per motivo di coscienza;

29 della coscienza, dico, non tua, ma dell’altro. Per qual motivo, infatti, questa mia libertà dovrebbe esser sottoposta al giudizio della coscienza altrui?

30 Se io con rendimento di grazie partecipo alla mensa, perché dovrei essere biasimato per quello di cui rendo grazie?

31 Sia dunque che mangiate sia che beviate sia che facciate qualsiasi altra   cosa, fate   tutto   per   la gloria di Dio.

32 Non date motivo di scandalo né ai Giudei, né ai Greci, né alla Chiesa di Dio;

33 così come io mi sforzo di piacere a tutti in tutto, senza cercare l’utile mio ma quello di molti, perché giungano alla salvezza.

 

Matteo 26:26-29

26 Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: «Prendete e mangiate; questo è il mio corpo».

27 Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro, dicendo: «Bevetene tutti,

28 perché questo è il mio sangue dell’alleanza, versato per molti, in remissione dei peccati.

29 Io vi dico che da ora non berrò più di questo frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo con voi nel regno del Padre mio».

 

Marco 14: 25 In verità vi dico che io non berrò più del frutto della vite fino al giorno in cui lo berrò nuovo nel regno di Dio».

 

Luca 22:30 Perché possiate mangiare e bere alla mia mensa nel mio regno e siederete in trono a giudicare le dodici tribù di Israele.

 

Luca 22:30 perché possiate mangiare e bere alla mia mensa nel mio regno e siederete in trono a giudicare le dodici tribù di Israele.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *