Sergio Buccieri Evangelista

Lo sai che vi è un giudizio?

2 Timoteo 3:16,17

16 Tutta la Scrittura è divinamente ispirata e utile a insegnare, a convincere, a correggere e a istruire nella giustizia,

17 affinché l’uomo di Dio sia completo, pienamente fornito per ogni buona opera.

La Bibbia ci rivela il passato e il futuro.

Pure al tempo di Noè vivevano gente, e ognuno aveva il proprio credo; questo lo possiamo vedere, che il diluvio venne su tutta la terra.

A cosa serve un credo che non ci può liberare dal giudizio che viene?

La Bibbia ci dice che vi sarà un giudizio Finale,

e si può leggere coloro che vengono giudicati.

Apocalisse 20:11,15

11 Poi vidi un gran trono bianco e colui che vi sedeva sopra, dalla cui presenza fuggirono il cielo e la terra, e non fu più trovato posto per loro.

12 E vidi i morti, grandi e piccoli, che stavano ritti davanti a Dio, e i libri furono aperti; e fu aperto un altro libro, che è il libro della vita; e i morti furono giudicati in base alle cose scritte nei libri, secondo le loro opere.

13 E il mare restituì i morti che erano in esso, la morte e l’Ades restituirono i morti che erano in loro, ed essi furono giudicati, ciascuno secondo le sue opere.

14 Poi la morte e l’Ades furono gettati nello stagno di fuoco. Questa è la morte seconda.

15 E se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco.

Se le persone hanno un credo diverso dalla Bibbia, cosa farà il Dio della Bibbia con queste persone?

Dal giudizio a venire, possiamo leggere le persone di ogni rango e società che vengono giudicate.

Coloro che vanno davanti al giudizio, vengono giudicate, così ci dice la Bibbia; perché queste persone non sono scritte nel libro della vita.

Tutti coloro che sono scritti nel libro della vita, non vanno davanti al giudizio.

La scrittura attesta; coloro che non sono trovati scritti nel libro, saranno gettati nello stagno di fuoco.

La maggior parte delle persone, sono convinte che la Bibbia non è l`unico libro che ci rende beati.

Questo lo possiamo pensare, ma le conseguenze sono terribile, si può leggere nella Genesi cosa è accaduto a coloro che non avevano il credo di Noè.

Il diluvio distrusse il mondo di quel tempo.

Genesi 7:17-24

17 E il diluvio venne sopra la terra per quaranta giorni; e le acque crebbero e sollevarono l’arca, che si alzò in alto sopra la terra.

18 Le acque ingrossarono e crebbero grandemente sopra la terra e l’arca galleggiava sulla superficie delle acque.

19 E le acque ingrossarono con grande forza sopra la terra; e tutte le alte montagne che erano sotto tutto il cielo furono coperte.

20 Le acque si alzarono quindici cubiti al di sopra di esse; e le montagne furono coperte.

21 Così perì ogni carne che si muoveva sulla terra: uccelli, bestiame, fiere, rettili di ogni sorta striscianti sulla terra e tutti gli uomini.

22 Tutto quello che era sulla terra asciutta ed aveva alito di vita nelle sue narici morì.

23 E tutti gli esseri viventi che erano sulla faccia della terra furono sterminati: dall’uomo fino al bestiame ai rettili e agli uccelli del cielo; essi furono sterminati dalla terra e non scampò che Noè con quelli che erano con lui nell’arca.

24 E le acque copersero la terra per centocinquanta giorni.

Poiché Dio, e un Dio buono, e non vuole che le persone che sono state create a sua immagine e somiglianza siano giudicate.

Lui Dio, Mandò un Salvatore il suo Unigenito Figlio Cristo Gesù, questi è il Salvatore del mondo.

Il mondo non ha motivo di essere giudicato, come al tempo di Noè; ma per mezzo di lui può essere salvato, come la scrittura attesta.

Isaia 53:1-12

1 Chi ha creduto alla nostra predicazione e a chi è stato rivelato il braccio dell’Eterno?

2 Egli è venuto su davanti a lui come un ramoscello, come una radice da un arido suolo. Non aveva figura né bellezza da attirare i nostri sguardi, né apparenza da farcelo desiderare.

3 Disprezzato e rigettato dagli uomini, uomo dei dolori, conoscitore della sofferenza, simile a uno davanti al quale ci si nasconde la faccia, era disprezzato, e noi non ne facemmo stima alcuna.

4 Eppure egli portava le nostre malattie e si era caricato dei nostri dolori; noi però lo ritenevamo colpito, percosso da DIO ed umiliato.

5 Ma egli è stato trafitto per le nostre trasgressioni, schiacciato per le nostre iniquità; il castigo per cui abbiamo la pace è su di lui, e per le sue lividure noi siamo stati guariti.

6 Noi tutti come pecore eravamo erranti, ognuno di noi seguiva la propria via, e l’Eterno ha fatto ricadere su di lui l’iniquità di noi tutti.

7 Maltrattato e umiliato, non aperse bocca. Come un agnello condotto al macello, come pecora muta davanti ai suoi tosatori non aperse bocca.

8 Fu portato via dall’oppressione e dal giudizio; e della sua generazione chi rifletté che era strappato dalla terra dei viventi e colpito per le trasgressioni del mio popolo?

9 Gli avevano assegnato la sepoltura con gli empi, ma alla sua morte fu posto col ricco, perché non aveva commesso alcuna violenza e non c’era stato alcun inganno nella sua bocca.

10 Ma piacque all’Eterno di percuoterlo, di farlo soffrire. Offrendo la sua vita in sacrificio per il peccato, egli vedrà una progenie, prolungherà i suoi giorni, e la volontà dell’Eterno prospererà nelle sue mani.

11 Egli vedrà il frutto del travaglio della sua anima e ne sarà soddisfatto; per la sua conoscenza, il giusto, il mio servo, renderà giusti molti, perché si caricherà delle loro iniquità.

12 Perciò gli darò la sua parte fra i grandi, ed egli dividerà il bottino con i potenti, perché ha versato la sua vita fino a morire ed è stato annoverato fra i malfattori; egli ha portato il peccato di molti e ha interceduto per i trasgressori.

Matteo 1:21 Ed ella partorirà un figlio e tu gli porrai nome Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai loro peccati».

Giovanni 3:14-17

14 E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell’uomo sia innalzato,

15 affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.

16 Poiché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.

17 Dio infatti non ha mandato il proprio Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma affinché il mondo sia salvato per mezzo di lui.

Giovanni 5:24,25

24 In verità, in verità vi dico: Chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha vita eterna, e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita.

25 In verità, in verità vi dico: L’ora viene, anzi è venuta, che i morti udranno la voce del Figlio di Dio, e coloro che l’avranno udita vivranno.

Il mondo non l´ho riconosce come creatore, così dice la Bibbia:

Giovanni 1:10 Egli (la Parola) era nel mondo, e il mondo fu fatto per mezzo di lui, ma il mondo non lo ha conosciuto.

Per questo le persone vanno davanti al giudizio, come dice L`Apocalisse.

Giovanni 8:24 Perciò vi ho detto che voi morirete nei vostri peccati, perché se non credete che io sono, voi morirete nei vostri peccati».

Il Dio della Bibbia ha posto suo Figlio, come Salvatore e giudice.

Atti degli apostoli 17:31 Poiché egli ha stabilito un giorno in cui giudicherà il mondo con giustizia, per mezzo di quell’uomo che egli ha stabilito; e ne ha dato prova a tutti, risuscitandolo dai morti».

 

Ogni persona può essere salvata per mezzo di Gesù Cristo, e coloro che non ritenevano la necessità di essere salvati, saranno giudicati dal Salvatore che li voleva salvare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *